Australia – La Top 10 dei miei assaggi!

Partiamo da qualche nota informativa 📝: le prime viti 🍇 sono state impiantate dai coloni inglesi 🇬🇧 nel 1788 e lo sviluppo in tutto il paese è partito dai primi anni del 1800 con un’importante spinta data dalla nascita di nuovi sistemi di irrigazione e la creazione del canale di Riverina nel New South Wales. Le coltivazioni sono prevalentemente di vitigni a bacca bianca ma quello che ha portato il paese alla ribalta mondiale è senza dubbio lo Shiraz e successivamente il Cabernet Sauvignon.

Le principali zone vitivinicole sono: Adelaide, Barossa Valley, Clare Valley, Coonawarra, The Grampians, Hunter Valley, Mudgee, Riverland, Southern Wales, Tasmania e Yarra Valley che si trovano tutte nel sud-est del paese, Margaret River e Perth Hills nella parte ovest.

Nonostante le distanze tra loro possiamo affermare che il clima è generalmente uniforme su tutto il territorio, caldo o tiepido nel periodo di maturazione dell’uva con precipitazioni saltuarie. Questo implica che ci sono differenze minime tra le varie annate a differenza di quanto accade nel vecchio continente.

Vitigni principali:

A bacca bianca: Riesling, Sèmillon, Hermitage Blanc, Sauvignon Blanc, Chardonnay, Traminer, Chenin Blanc, Pinot Gris

A bacca rossa: Shiraz, Cabernet Sauvignon, Granache, Mataro, Malbek, Pinot Nero, Merlot

Veniamo ai vini degustati: la 🔝🔟

🥇HENSCHKE – HILL OF GRACE VINEYARD 2012 – EDEN VALLEY

Combattuto fino alla fine sul decidere a chi assegnare il gradino più alto del podio. Ci ho pensato molto perché si tratta di due mostri sacri ma alla fine devo dire che questo ha qualcosa in più, per la storia piuttosto romantica. 165 anni fa Johann Christian Henschke si trasferisce dalla Slesia (attualmente tra il confine della Polonia 🇵🇱 con la 🇨🇿 ) nella Eden Valley ed inizia a piantare e coltivare. Oggi siamo alla quarta generazione della famiglia Henschke e questo vino proviene dalla vigna più vecchia con viti che hanno un’età tra 150 ed i 70 anni, composta da soli 4 ettari esclusivamente di Shiraz 🍇 . Quello che mi trovo nel bicchiere 🍷è un capolavoro assoluto, dal colore rubino profondo, impenetrabile, con bellissimi riflessi violacei sull’unghia. Quello che arriva al naso è imprevedibile e magnifico: olfazione dopo olfazione il mio diventa un gesto robotico al quale segue ogni volta qualcosa di diverso, tanto che a un certo punto devo smettere per non essere preso per stupido dalla gente che mi circonda! Accattivanti sentori di mora, di tutti i piccoli frutti di bosco, di lampone e mirtillo. Sentori floreali 💐 di gelso lasciano spazio a finissime spezie come l’anice stellato ed il pepe nero in grani. Arriva del timo e del basilico 🌱 per poi ritornare sulla frutta: prugna, ancora mora in confettura, salvia 🍃 ed eucalipto🌿. Il sorso è indescrivibilmente avvolgente, fresco, di grande struttura con tannini già integrati e setosi ma che si districheranno ancora meglio con il tempo che potrebbe essere anche infinito. Vino magnifico, che racconta una storia ultra centenaria, dal finale impeccabile e lunghissimo. La chiusura è sulla polvere di caffè, tostato. Una bevuta che non scorderò mai!

https://www.henschke.com.au/

🥈PENFOLDS – GRANGE BIN 95 2012 – SOUTH AUSTRALIA

Poteva essere un ex-aequo, lo posiziono subito sotto a pochissima distanza da chi lo precede. 98% Shiraz 2% Cabernet Sauvignon. Il mostro sacro dell’enologia australiana e mondiale. Si tratta diversamente da quanto dichiarato generalizzando sulle annate australiane, di un millesimo particolare, notevolmente influenzato da un clima non usualmente mutevole. Notizia bomba 💣: si può bere senza dover attendere 20 anni! Colore di un bellissimo rubino impenetrabile, praticamente nero! Metto il naso nel bicchiere e rimango attonito: quanta esuberanza in una sola olfazione! Da subito note balsamiche e di liquirizia. Nota di oliva nera, pomodoro 🍅 e salsa di soia. Passano i minuti e sembra di sentire un tiramisù con il cacao amaro ed il mascarpone. Seguono note tostate di nocciole e chicchi di caffè ☕️ . Tornano al naso i frutti di bosco che inizialmente erano sovrastati da altro. Potrei continuare per molto ma non resisto all’assaggio: da subito grande freschezza ed eleganza nel sorso. Pieno, rotondo ed abbastanza nervoso, teso. La bevuta è splendida ma si intuisce che sarà meravigliosa con qualche anno sulle spalle…non troppi in questo caso. Il vino è comunque strutturalmente uniforme. Finale profondo, voluminoso nella retro-olfattiva che chiude con una nota di caffè e cacao…ricordando ancora il tiramisù nella sua parte più amara. Vino incredibile che merita senza ombra di dubbio di stare nel Liv-Ex Fine Wine 50 e che personalmente preferisco a tanti francesi che ci stanno da sempre e che sono davanti! Unico difetto? Il prezzo 💸! Per il resto una bevuta difficile da dimenticare!

https://www.penfolds.com/

🥉TORBRECK  – RunRig 2012 – BAROSSA VALLEY

Di prepotenza sul gradino più basso del podio. L’azienda prende il nome da una foresta 🌳 che si trova in Scozia 🏴󠁧󠁢󠁳󠁣󠁴󠁿 , richiamo celtico anche nel nome in questione: RunRig era un metodo utilizzato nelle Highland per distribuire i terreni tra i vari clan in maniera periodica ed equa. 98,5% Shiraz (dai vigneti più vecchi) 1,5% Viognier. Annata 2012 considerata a Torbreck una delle migliori mai prodotte e che a detta loro la Barossa Valley abbia mai sperimentato. Il colore è rubino intenso, impenetrabile. Naso con un bouquet sontuoso ed infinito: lamponi, albicocche 🍑, cassis, oliva nera e ciliegia 🍒 , floreale 💐ed erbaceo 🌾, lavanda, liquirizia e pepe. Lasciato nel bicchiere si evolve rapidamente facendo uscire sentori di prugna caramellata, mandorla tostata, terriccio, mora e cannella. Al palaro è ricco, avvolgente, di corpo e con tannini già setosi. Finale lunghissimo e armonioso. Già una goduria: chi saprà attenderlo ne vedrà ancora delle belle. Forse per rapporto qualità prezzo il migliore dei 3.

https://torbreck.com/

#4️⃣ GLAETZER – AMON-Ra SHIRAZ 2011 – BAROSSA VALLEY

Fuori dal podio ma di pochissimo questo incredibile di cui avevo sempre sentito parlare e sempre molto bene.  Intanto parliamo di prezzo: rispetto a chi lo precede qui ci troviamo in una fascia medio-alta per i vini australiani, siamo intorno ai 70 euro. Colore rubino impenetrabile. Naso…meraviglioso, elegante e complesso: non vi elenco i descrittori per non ripetermi su quanto già detto in precedenza sulle stesse tipologie. Una cosa va detta però ed è quella che mi ha colpito profondamente: mineralità all’ennesima potenza con grafite ✏️ e ferro. Grandissima beva anche se si sente che i tannini devono ancora distendersi ed affinarsi lasciando spazio ad ampi margini di miglioramento. Finale lunghissimo. Se volete assaggiare uno Shiraz fatto come dio comanda, senza dovervi dissanguare 💉, questo è il prodotto giusto.

https://glaetzer.com/

#5️⃣ L.A.S. VINO – ST MARY.S JERUSALEM CHARDONNAY 2015 – MARGARET RIVER

Forse il miglior Chardonnay d’Australia, di certo una delle migliori aziende per profondità di linea e qualità offerta. Colore paglierino intenso, brillante, con alcuni riflessi dorati. Al naso arrivano i profumi in una successione che sembra non finire mai e soprattutto con un’eleganza sbalorditiva. Fiori di acacia, ginestra 🌼, mela verde 🍏 , tutto l’esotico che potete immaginare, litchi, banana 🍌 , pompelmo rosa, speziatura dolce, leggera foglia di salvia 🍃. Il sorso è avvolgente, perfetto e con la giusta tensione acida, grande mineralità ed un corpo profondo, pieno. Anche qui siamo alti con il prezzo, siamo intorno ai 50 euro ma vi assicuro che sono davvero spesi bene, tanta tanta roba!

https://www.lasvino.com/

#6️⃣ SORRENBERG – CHARDONNAY 2016 – BEECHWORTH

Wow! Altro giro altro regalo! Ancora uno chardonnay meraviglioso. L’etichetta mi ricorda la Francia 🇫🇷 , la Borgogna, Baune ed i grandi Chablis. Questa reminiscenza non si ferma all’aspetto esteriore. Il colore è paglierino intenso, lucente. Naso elegantissimo, delicato ed intenso allo stesso momento: fiori bianchi, gelsomino ed acacia, frutta esotica, melone e pompelmo, banana 🍌 , miele 🍯 e vaniglia. Il palato è incredibilmente equilibrato, succoso e pieno senza mai cedere di freschezza e sapidità. La mineralità è evidente e si riscontra anche in un finale davvero lungo e piacevole. Assolutamente paragonabile ai migliori francesi di borgogna. Grande potenziale di invecchiamento. Spettacolo!

http://sorrenberg.com/

#7️⃣ PENFOLDS – RESERVE BIN 14A CHARDONNAY 2014 – ADELAIDE HILLS

Altro gioiello della più famosa azienda Australiana. Difficilmente paragonabile ai precedenti Chardonnay specialmente per diversità territoriale, persistenza e lavorazioni in cantina. E’ considerato uno dei migliori del paese, per mio gusto personale, ed ancora una volta per il prezzo, lo ritengo una spanna sopra a quelli sopra citati. Quello che lascia stupiti è la complessità dei profumi che qui spinge moltissimo su aromi terziari: ad un agrume 🍋 iniziale accompagnato da un bel floreale 💐 seguono impetuosi sentori balsamici, di spezie, di vaniglia e cannella, di miele di acacia 🍯 e di burro fuso. Il sorso è davvero una bomba 💣: ti esplode in bocca e dopo la deflagrazione non ti abbandona per interminabili minuti. Unica pecca: un finale stranamente non troppo persistente come mi sarei aspettato.

https://www.penfolds.com/

#8️⃣ REDMAN – THE REDMAN 2007 RED BLEND – COONAWARRA

Blend di Cabernet Sauvignon, Merlot e Shiraz 🍇. Colore rubino intenso con riflessi granato. Al naso si presenta con grande potenza e complessità: ogni peculiarità dei tre vitigni viene fuori in maniera netta e distinta. L’affinamento in legno ed i 10 anni sulle spalle donano una componente terziaria molto profonda ed elegante. Ancora un bel tannino che potrebbe addirittura migliorare, freschezza ben presente ed un corpo pieno ed avvolgente. Gran vino.

https://www.redman.com.au/

#9️⃣ FRANCKLAND ESTATE – ISOLATION RIDGE VINEYARD RIESLING 2016 – FRANCKLAND RIVER

Non aspettatevi il Riesling della Mosella 🇩🇪 , men che meno quello alsaziano 🇫🇷 . Quello che nasce in Australia è un Riesling completamente diverso da quello a cui siamo abituati e proprio per questa “cattiva” abitudine, ritengo che abbia una marcia in meno. Di quelli assaggiati questo è quello che più mi ha convinto. Quello che manca fin dal naso e che poi si riflette sul palato è la mineralità. Il colore è paglierino chiaro, naso fine, non troppo complesso e nemmeno troppo intenso. Domina la frutta fresca, la mela verde 🍏, la frutta esotica 🍍 e gli agrumi 🍊 . Al palato risulta freschissimo, di corpo medio. Finale persistente ed elegante. Se proprio devo fare un paragone potrebbe ricordare qualche nostro riesling italico, con tanta più acidità ma poca mineralità. Comunque bella bevuta.

https://www.franklandestate.com.au/

#🔟 SONS OF EDEN – FREYA RIESLING 2015 – EDEN VALLEY

Amo farmi smentire, e mi piace particolarmente quando è proprio il mio palato a farlo. Scordatevi quanto detto in precedenza: qui ci troviamo di fronte ad un Riesling tipicamente alsaziano 🇫🇷 . Non sono diventato matto ma questo è diverso da tutti gli altri che ho assaggiato. Colore paglierino chiaro, naso elegante, intenso, complesso: minimo il sentore di idrocarburi ⛽️ , ma presente, siamo più sul frutto in fase di maturazione, pera william 🍐 e mela verde 🍏 , leggera nota ossidativa, di quelle buone. Il palato è perfettamente equilibrato, mai fuori dalle righe nonostante qui ci sia una bella mineralità e freschezza. Tanta roba! Perché dietro all’Isolation di Franckland? Perché questo lo trovo meno tipico, più europeo, e questo mi basta a preferire l’altro!

http://www.sonsofeden.com/

Considerazioni finali:

Questo l’estratto di oltre 💯 vini assaggiati in 10 giorni passati in Australia 🇦🇺. Il livello è mediamente alto 🔝, non ho assaggiato nessuna ciofeca, tutti i vini e tutte le zone di produzione da cui provenivano mi hanno lasciato un bel ricordo e sicuramente mi hanno dato una bella idea di quello che produce questo sconfinato paese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...