Visita a Ciacci Piccolomini d’Aragona

Passato, presente e futuro

Le origini della tenuta sono secolari: partendo dal XVII e dal palazzo opera del Vescovo ⛪️ di Montalcino e Abate di Sant’Antimo Fabivs de’ Vecchis. Si susseguono famiglie nobili e del clero iniziando dalla Contessa 👸🏻 Cerretani che lo acquista alla morte del Vescovo e che successivamente lo vende alla famiglia Ciacci. Con il matrimonio tra Elda Ciacci ed il conte 🤴🏻 Alberto Piccolomini d’Aragona (discendente di Papa Pio II) il palazzo dai primi anni del ‘900 prende il nome di Palazzo Ciacci Piccolomini d’Aragona. Nel 1985 la proprietà viene lasciata in eredità a Giuseppe Bianchini, il fattore della tenuta. Attualmente l’azienda è gestita da Paolo e Lucia Bianchini, figli di Giuseppe, e dai due figli di Paolo, Alex e Ester.

Territorio

La tenuta si trova nella zona Sud-Est di Montalcino, a pochi passi dall’abbazia 🏰 di Sant’Antimo, tra il fiume Orcia ed il Poggio d’Arna, con un panorama che si estende fino al Monte Amiata 🏔 da un lato ed in linea d’aria fino alla costa tirrenica dall’altro. Complessivamente conta 220 ettari di cui 55,5 vitati e 40 di oliveti, parte dei quali all’interno del Parco della Val d’Orcia, Patrimonio Mondiale 🌍 dell’Unesco. Il terreno è prevalentemente composto da galestro di medio impasto e di origine eocenica.

La visita

Ogni volta che vado a Montalcino è sempre un’emozione: un paesaggio unico dove prendi coscienza fin dalla prima ascesa che ad ogni angolo si sta producendo del vino che rientra tra le maggiori eccellenze italiane e mondiali. La strada che porta da Montalcino a Castelnuovo dell’Abate è sensazionale, uno degli angoli più belli del nostro paese. Arriviamo alla cantina Molinello, sede moderna dell’azienda che mantiene la cantina storica nel Palazzo Piccolomini al centro di Castelnuovo dell’Abate. Salendo verso la cantina veniamo salutati da 2 dei 5 lupi 🐺 che dimorano all’interno della tenuta, ovviamente in una zona recintata! Ad accoglierci c’è Ester Bianchini e durante la visita conosciamo il padre Paolo e salutiamo il fratello Alex, grazie al quale abbiamo organizzato la giornata.

La nuova cantina progettata da Giuseppe Bianchini e costruita a fine anni ‘90 è completamente interrata ed al suo interno si svolge il completo processo di vinificazione. La parte della bottaia è impressionante per volumi ma soprattutto per eleganza: al termine del corridoio principale troneggia lo stemma di famiglia. Seguiamo tutte le zone del processo produttivo fino all’imbottigliamento ed allo stoccaggio.

La visita prosegue nella struttura di fronte al wine shop completamente dedicata al cicloturismo 🚲 e dove all’interno troviamo un vero e proprio museo con biciclette 🚲 e maglie dei più importanti ciclisti di oggi e del passato. Questa è l’altra passione di Paolo, ciclista professionista che attualmente possiede anche una squadra, la Asd Brunello Bike, legata anche al mondo della beneficienza. È proprio qui che inizia la nostra degustazione!

La degustazione:

Olio Extra Vergine di Oliva

Da olivi secolari delle quattro varietà Frantoio, Leccino, Olivastra e Moraiolo. Rese di circa 12kg. Colore verde acceso, brillante. Molto saporito, con un’ottima nota pungente e sentori di carciofo specialmente sul finale tipicamente amarognolo. Bel modo di iniziare!

Rosso di Montalcino DOC 2016

🍇 Sangiovese Grosso 100%

⛰ 240-360 metri s.l.m.

🗿Galestro

Acciaio inox e cemento vetrificato, invecchiamento in botti di rovere di Slavonia da 20 a 75 ettolitri.

Uno dei miei Rosso di Montalcino preferiti! Eleganza, frutto e freschezza davvero notevoli! Il colore è rosso rubino brillante, il naso è pervaso dal frutto, in questo caso fresco, rosso, da note floreali ed una speziatura dolce, soffice. Palato con grande acidità percepita sempre ben sostenuta da un corpo di media struttura. Tannino sottile che rende la bevuta piacevolissima.

“Rossofonte” Rosso di Montalcino DOC 2015

Speso si parla di “baby Brunello” quando un Rosso di Montalcino si avvicina molto al fratello maggiore. Qui si cerca volutamente di ottenere un vino di maggiore corpo e struttura, capace di invecchiare qualche anno.

🍇 Sangiovese Grosso 100%

⛰ 240-360 metri s.l.m.

🗿Galestro

Acciaio inox e cemento vetrificato, invecchiamento in botti di rovere di Slavonia da 7,5 a 20 ettolitri.

Gran bella versione di Rosso dal colore rubino leggermente scarico, dal naso complesso ed intenso. Emergono subito sensazioni balsamiche di eucalipto 🌿 e rabarbaro, mora e prugna in confettura, ma anche il lampone. La speziatura è più docile, il pepe è rosa e si sente un po’ di vaniglia. Tannino importante in un palato bello teso e con un finale lungo e che chiude sulla polvere di caffè ☕️ e cacao amaro.

“Ateo” Sant’Antimo DOC 2016

Nasce nel 1989, annata difficile dove viene deciso di non produrre Brunello, “non credendo” appunto nella sua riuscita in quella annata.

🍇 Cabernet Sauvignon e Merlot

⛰ 240-360 metri s.l.m.

🗿Galestro

Acciaio inox e cemento vetrificato, invecchiamento in botti di rovere da 3hl.

Colore rubino intenso, brillante. Fin dal naso si capisce quanto sarà morbido al palato. Emergono sentori di frutta rossa in fase di maturazione: ciliegia 🍒 in abbondanza ma anche frutti di bosco. Netta la nota erbacea 🌾 e vegetale ma anche quella speziata, leggera e dolciastra di cannella e vaniglia. Al palato è vinoso, rotondo, fresco e con un tannino delicato. Una bevuta davvero piacevole.

“Fabivs” Sant’Antimo DOC 2014

Prende il nome da Fabivs de’ Vecchis, Vescovo di Montalcino che realizzo quello che poi è stato rinominato Palazzo Piccolomini.

🍇 Syrah 100%

⛰ 240-360 metri s.l.m.

🗿Galestro

Creazione di Giuseppe Bianchini attraverso l’impianto di barbatelle francesi.

Acciaio inox e cemento vetrificato, invecchiamento in botti di rovere da 3hl.

Rosso rubino carico, impenetrabile. Un Syrah di stampo internazionale, che da un lato porta alla Valle del Rodano ma dall’altro, specialmente dopo un po’ di tempo nel bicchiere, mi ricorda tantissimo l’Australia. Visto che non mi piace fare paragoni diciamo che si tratta di un Syrah ilcinese! Il naso è intenso e complesso: ciliegia 🍒 in confettura, prugna e frutti di bosco, specialmente la mora. Ampia e fine speziatura di pepe, di chiodo di garofano e di liquirizia. La struttura è importante, risulta rotondo, giustamente tannico e fresco. Equilibrato, può migliorare ancora con il passare degli anni.

Brunello di Montalcino DOCG 2013

🍇 Sangiovese Grosso 100%

⛰ 240-360 metri s.l.m.

🗿Galestro

Acciaio inox e cemento vetrificato, invecchiamento di minimo 2 anni in botti di rovere di Slavonia da 20 a 75 ettolitri, in bottiglia per minimo 8 mesi.

Rosso rubino leggermente scarico, con riflessi granato. Assaggiato per la prima volta diversi mesi dopo rispetto alle anteprime 2013 di quest’anno. Annata eccellente che viene rappresentata da un bouquet davvero profondo ed elegante: frutta a bacca rossa, prugna e ciliegia 🍒, bella la nota floreale 💐di violetta. Balsamico 🌿, minerale, delicato l’effetto del legno che produce una speziatura davvero fine. Il palato è caldo, poco morbido, fresco e con un tannino fitto ma che deve ancora distendersi. La permanenza nel bicchiere 🍷 dona con il passare dei minuti una complessità sempre più evidente. Lunghissimo finale su una nota di cacao amaro.

Grappa di Brunello “Riserva Pianrosso”

Dalle vinacce del Pianrosso, la selezione di Brunello più rappresentativa dell’azienda. Distillata da Alboni di Colle di Val d’Elsa, con impianto discontinuo e successivo affinamento in botti di rovere americano per 18 mesi. Ambrata, incredibilmente morbida al palato dove specialmente in retro-olfattiva lascia stupende note floreali, di miele e caramello.

Per finire:

Fantastica visita ad un’azienda che affonda le radici nel passato, partendo dal diciassettesimo secolo e che oggi è sapientemente gestita da una conduzione familiare. Un’azienda ampiamente proiettata al futuro che annovera tra i suoi prodotti sia eccellenze del territorio ma anche delle chicche davvero particolari: ho apprezzato molto il Fabivs! Grazie ad Alex per aver reso possibile la visita, grazie a tutta la famiglia per la disponibilità ed un grazie ancora più grande ad Ester che ci ha accompagnati dalla visita alla degustazione, in maniera super professionale e con una grande gentilezza e simpatia! A presto! È stato davvero un piacere!

http://www.ciaccipiccolomini.com/it/home/home

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...